italiano » bosniaco   Guasto alla macchina


39 [trentanove]

Guasto alla macchina

-

39 [trideset i devet]

Kvar na autu

39 [trentanove]

Guasto alla macchina

-

39 [trideset i devet]

Kvar na autu

Clicca per visualizzare il testo:   
italianobosanski
Dov’è il prossimo distributore di benzina? Gd-- j- s------- b-------- s------?
Ho bucato. Gu-- m- s- p--------.
Può cambiare la ruota? Mo---- l- z--------- t----?
   
Mi occorrono alcuni litri di gasolio. Tr---- p-- l----- d-----.
Ho finito la benzina. Ne--- v--- b------.
Ha un bidone di riserva? Im--- l- r------- k-------?
   
Dove posso telefonare? Gd-- m--- t-----------?
Ho bisogno di un autosoccorso. Tr---- v---- s-----.
Cerco un’officina. Tr---- r--------.
   
C’è stato un incidente. De---- s- n------.
Dov’è il telefono più vicino? Gd-- j- n------- t------?
Ha un cellulare? Im--- l- s- s---- m------?
   
Ci occorre aiuto. Mi t------ p----.
Chiami un medico! Po------ d------!
Chiami la polizia! Po------ p-------!
   
I documenti, per favore. Va-- d--------- m----.
La patente, per favore. Va-- v------ d------- m----.
Il libretto di circolazione, per favore. Va-- s---------- d------- m----.
   

Il talento per le lingue nei neonati

Secondo alcuni studi, i neonati saprebbero tante cose sulle lingue ancor prima di imparare a parlare. In particolari laboratori, si studia lo sviluppo dei bambini ed il loro apprendimento linguistico. I neonati sarebbero più intelligenti di quanto si pensa. Già a sei mesi, avrebbero molte competenze linguistiche e riconoscerebbero la propria lingua madre. I neonati francesi e tedeschi reagirebbero diversamente ad alcuni suoni. I diversi accenti sarebbero alla base delle loro tipologie comportamentali. I neonati avrebbero, pertanto, una certa sensibilità nei confronti della lingua madre e, anche se piccolissimi, potrebbero memorizzare tante parole. I genitori giocano un ruolo molto importante per l’evoluzione linguistica dei propri figli. Infatti, già dopo la nascita, i bambini cercano l’interazione, vogliono comunicare con il padre e la madre. L’interazione deve, però, essere accompagnata da emozioni positive. I genitori non dovrebbero essere stressati quando parlano con i bambini e dovrebbero parlare abbastanza con loro. Lo stress oppure i silenzi potrebbero avere effetti negativi sui neonati e l’apprendimento linguistico subirebbe tali influenze negative. Del resto, i bambini comincerebbero ad imparare già nella pancia.

Prima di nascere, reagiscono già alla lingua, percepiscono perfettamente dei segnali acustici e, dopo la nascita, riescono a riconoscerli. Nella pancia sarebbero in grado di imparare il ritmo della lingua e di ascoltare la voce della madre. Per questi motivi, si può anche parlare con il nascituro, ma non bisogna esagerare. Dopo la nascita, il bambino avrà tutto il tempo per imparare …                      
Indovinate la lingua!
Lo _______ appartiene alle lingue germaniche settentrionali. E' la lingua madre di oltre 8 milioni di persone. Si parla in Svezia e, in parte, anche in Finlandia. I norvegesi e gli ******i riescono a comunicare tra loro senza problemi. Esiste anche una lingua mista, che riunisce elementi tratti dai due idiomi. E' possibile conversare e capirsi anche con un danese, se si parla in modo chiaro. L'alfabeto _______ ha 29 lettere.

Un tratto distintivo di questa lingua è il suo vasto repertorio vocalico. Le vocali brevi e quelle lunghe determinano il significato della parola. E' importante anche l'altezza del suono. Generalmente, le parole e le frasi ******i sono piuttosto brevi. La costruzione della frase segue delle regole ben precise. Anche la grammatica non è troppo complicata. Nel complesso, le strutture della lingua sono molto vicine a quelle dell'inglese. Imparate lo _______, non è affatto difficile!