italiano » giapponese   Aggettivi 1


78 [settantotto]

Aggettivi 1

-

+ 78 [七十八]78 [Nanajūhachi]

+ 形容詞 1keiyōshi 1

78 [settantotto]

Aggettivi 1

-

78 [七十八]
78 [Nanajūhachi]

形容詞 1
keiyōshi 1

Clicca per visualizzare il testo:   
italiano日本語
una donna anziana 年取--(年---) 女-
t--------- (t--------) j---i
+
una donna grassa 太っ- 女-
f------ j---i
+
una donna curiosa 好奇---- 女-
k------- ō----- j---i
+
   
una macchina nuova 新し- 自--
a------- j-----a
+
una macchina veloce 速い 自--
h---- j-----a
+
una macchina comoda 快適- 自--
k-------- j-----a
+
   
un vestito azzurro 青い ド--
a-- d----u
+
un vestito rosso 赤い ド--
a--- d----u
+
un vestito verde 緑の ド--
m----- n- d----u
+
   
una borsa nera 黒い 鞄
k---- k---n
+
una borsa marrone 茶色- 鞄
c----- n- k---n
+
una borsa bianca 白い 鞄
s----- k---n
+
   
gente carina / persone carine 親切- 人-
s---------- h------o
+
gente gentile / persone gentili 礼儀--- 人-
r---- t------ h------o
+
gente interessante / persone interessanti 面白- 人-
o-------- h------o
+
   
bambini cari 愛ら-- 子--
a------ k---------i
+
bambini impertinenti 生意-- 子--
n-------- k---------i
+
bambini bravi 行儀--- 子--
g---- n- y-- k---------i
+
   

I computer riescono a ricostruire le parole che ascoltano

Riuscire a leggere il pensiero è un antico sogno dell’uomo. A tutti piacerebbe sapere ciò che gli altri pensano. Questo sogno non si è mai realizzato. Anche con l’ausilio delle più moderne tecniche, non saremmo in grado di leggere il pensiero. Ciò che gli altri pensano rimane un mistero. Però, possiamo sapere ciò che gli altri sentono! Alcuni ricercatori sono riusciti a ricostruire delle parole che avevano ascoltato, analizzando le onde cerebrali di un campione di individui. Quando ascoltiamo dei suoni, il cervello si attiva e comincia ad elaborare la lingua che riceve. Così, è stato elaborato un modello di misurazione dell’attività mentale, registrata con gli elettrodi. Anche questa registrazione si può ancora elaborare! Con un computer è possibile trasformarla in un modello del suono ed identificare le parole ascoltate. Questo principio è valido per tutte le parole. Ogni parola che ascoltiamo, emette un determinato segnale.

Questo segnale è sempre collegato al suono della parola. Bisogna “solo” tradurlo in un segnale acustico. Una volta ricostruito il modello del suono, si conosce la parola. Nell’esperimento, il campione di individui ha ascoltato sia parole reali che inventate. Nonostante alcuni vocaboli non esistessero, è stato possibile ricostruirli. Il computer ha saputo riconoscerli e pronunciarli. E’anche possibile proiettarli su un monitor. Adesso, l’auspicio dei ricercatori è riuscire a comprendere meglio il segnale linguistico. Il sogno di leggere il pensiero va avanti …            
Indovinate la lingua!
Circa 75 milioni di persone parlano _______. La maggior parte vive naturalmente in ****** del Nord e in ****** del Sud. Vi sono delle minoranze ******ne anche in Cina e in Giappone. Dal punto di vista linguistico, la classificazione è ancora controversa. La divisione della ****** si riflette anche nella lingua dei due paesi. La ****** del Sud ha preso in prestito molti vocaboli dall'inglese. I nord******ni spesso non capiscono queste parole.

La lingua standard dei due paesi segue i rispettivi dialetti parlati nelle capitali. Un'altra peculiarità del _______ è la sua precisione. La lingua esplicita per esempio i rapporti fra i parlanti. Ci sono moltissime formule di cortesie e si usano tanti termini per indicare i propri familiari. La lingua scritta segue un sistema di scrittura alfabetica. Alcuni caratteri si presentano come sillabe scritte all'interno di quadrati immaginari. Le consonanti sono molto interessanti. Con la loro forma assolvono la funzione di un'immagine. Indicano la posizione che la bocca, la lingua, il palato e la faringe assumono quando si pronuncia una parola.