italiano » rumeno   Imperativo 2


90 [novanta]

Imperativo 2

-

90 [nouăzeci]

Imperativ 2

90 [novanta]

Imperativo 2

-

90 [nouăzeci]

Imperativ 2

Clicca per visualizzare il testo:   
italianoromână
Fatti la barba! Bă------------!
Lavati! Sp------!
Pettinati! Pi---------!
   
Telefonami! Mi telefoni! Su--- S-----!
Comincia! Cominci! În----- Î-------!
Smettila! La smetta! Te------ T--------!
   
Lascia stare! Lasci stare! La-- a---- L----- a---!
Dì questo! Dica questo! Sp--- a---- S------ a---!
Compra questo! Compri questo! Cu----- a---- C-------- a---!
   
Non essere mai disonesto! Să n- f-- n-------- i------!
Non essere mai impertinente! Să n- f-- n-------- o-------!
Non essere mai scortese! Să n- f-- n-------- n----------!
   
Sii sempre sincero! Să f-- î---------- s-----!
Sii sempre carino! Să f-- î---------- d-----!
Sii sempre gentile! Să f-- î---------- p--------!
   
Buon ritorno a casa! Să a------- c- b--- a----!
Abbia cura di sé! Să a---- g---- d- d------------!
Ritorni a trovarci presto! Să n- m-- v------- c-----!
   

I neonati imparano le regole grammaticali

I bambini crescono ed apprendono velocemente. Gli studi in materia non hanno ancora chiarito come avvengano i processi di apprendimento. Questi ultimi sono così automatici, che i bambini non si rendono neanche conto che il loro apprendimento avviene giorno dopo giorno. Questo fenomeno riguarda anche la lingua. Nei primi mesi di vita i neonati sanno solo strillare; dopo 2 mesi, imparano ad articolare brevi parole. Le parole brevi diventano presto delle frasi e arriva un momento in cui il bambino impara la lingua madre. Negli adulti, l’apprendimento segue un percorso diverso e si basa sullo studio di libri o di altro materiale. Solo in questo modo, gli adulti riescono ad imparare le regole grammaticali. I neonati, a quanto pare, imparerebbero le regole grammaticali già all’età di quattro mesi. I ricercatori hanno somministrato ad alcuni bambini tedeschi le regole grammaticali di una lingua straniera, l’italiano. Le frasi contenevano determinate strutture sintattiche. I bambini ascoltavano per quindici minuti le frasi corrette. Dopo averle imparate, ai neonati venivano presentate di nuovo queste frasi, ma non tutte erano corrette.

Durante l’ascolto delle frasi, venivano misurate le loro onde cerebrali, per valutare la reazione del cervello nei confronti delle frasi. In questo caso, i neonati presentavano diversi gradi di attività mentale. Anche se avevano imparato le frasi solo da poco, riuscivano ad identificare gli errori. Naturalmente non erano in grado di capire perché le frasi fossero errate. Seguivano semplicemente il modello dei suoni presentati. Questo basta per apprendere una lingua - almeno nel caso dei neonati …                  
Indovinate la lingua!
Il _______ brasiliano appartiene alle lingue romanze. Deriva dal _______ europeo, che raggiunse persino il Sudamerica all'epoca del colonialismo _______. Oggi il Brasile rappresenta la nazione con il maggior numero di parlanti la lingua _______. E' la lingua madre di circa 190 milioni di persone. Ha avuto una certa influenza su altri paesi del Sudamerica. Si parla perfino di lingua mista, che trae i propri componenti dal _______ e dallo spagnolo.

In passato, in Brasile si tendeva a seguire molto il _______ europeo. A partire dagli anni '30 del XX secolo, è accresciuta l'attenzione verso la cultura brasiliana. I brasiliani erano orgogliosi della propria lingua e volevano porre enfasi sulle sue caratteristiche. Dall'altra parte, ci si sforzava sempre di più di far convivere le due lingue. Nel frattempo, è intervenuto un accordo per creare un'ortografia comune. Oggi, la differenza più rilevante fra le due varietà riguarda la pronuncia. Il lessico brasiliano si avvale anche di alcuni indianismi, che non esistono in Europa. Scoprite questa lingua entusiasmante. E' tra le più importanti nel mondo!