Frasario

it Alle poste   »   ro La poştă

59 [cinquantanove]

Alle poste

Alle poste

59 [cincizeci şi nouă]

La poştă

Puoi fare clic su ogni spazio vuoto per vedere il testo oppure:   
Italiano Rumeno Suono di più
Dov’è la posta più vicina? Un-- e--- u--------- p----? Unde este următoarea poştă? 0
È lontana la posta? Es-- d------ p--- l- u--------- p----? Este departe până la următoarea poştă? 0
Dov’è la prossima buca delle lettere? Un-- e--- u--------- c---- p------? Unde este următoarea cutie poştală? 0
Mi occorrono alcuni francobolli. Am n----- d- d--- t----- p------. Am nevoie de două timbre poştale. 0
Per una cartolina ed una lettera. Pe---- o v----- ş- o s--------. Pentru o vedere şi o scrisoare. 0
Quanto costa un francobollo per l’America? Câ- c---- t--- p------ p----- A------? Cât costă taxa poştală pentru America? 0
Quanto pesa questo pacco? Câ- d- g--- e--- c------? Cât de greu este coletul? 0
Posso spedirlo per posta aerea? Po- s- î- t----- p-- a----? Pot să îl trimit par avion? 0
Quanto ci mette ad arrivare? Câ- d------ p--- a----- l- d---------? Cât durează până ajunge la destinaţie? 0
Dove posso telefonare? De u--- p-- d- u- t------? De unde pot da un telefon? 0
Dov’è la prossima cabina telefonica? Un-- e--- u--------- c----- t---------? Unde este următoarea cabină telefonică? 0
Ha carte telefoniche? Av--- c------ d- t------? Aveţi cartele de telefon? 0
Ha un elenco telefonico? Av--- o c---- d- t------? Aveţi o carte de telefon? 0
Sa il prefisso per l’Austria? Şt--- p------- A-------? Ştiţi prefixul Austriei? 0
Un momento che guardo. Un m------ c---. Un moment, caut. 0
La linea è sempre occupata. Li--- e--- m---- o------. Linia este mereu ocupată. 0
Che numero ha fatto? Ce n---- a-- f-----? Ce număr aţi format? 0
Deve fare prima lo zero! Tr----- s- f------ m-- î---- z---! Trebuie să formaţi mai întâi zero! 0

Anche i sentimenti parlano diverse lingue!

Nel mondo si parlano tante lingue. Non esiste una lingua universale dell’umanità. E per quanto riguarda la mimica? Esiste il linguaggio universale delle emozioni? No! Anche in questo caso ci sono delle differenze. A lungo si è pensato che tutti gli uomini esprimessero i sentimenti allo stesso modo e che il linguaggio della mimica fosse universale. Charles Darwin riteneva che le emozioni fossero di importanza vitale per l’uomo e che dovessero essere comprese allo stesso modo in tutte le culture. Studi più recenti giungono ad una conclusione un po’ diversa. Anche il linguaggio delle emozioni sarebbe sempre diverso e la nostra cultura influirebbe sulla mimica. Per questo motivo, il modo di esprimere e di interpretare i sentimenti è diverso in ogni parte del mondo. Gli studiosi riconoscono sei emozioni di base: gioia, sofferenza, rabbia, disgusto, paura e sorpresa. Gli europei avrebbero un linguaggio mimico diverso dagli asiatici e, secondo alcuni esperimenti, percepirebbero diversamente le emozioni espresse sul volto. Su un computer sono stati mostrati i volti di diverse persone e si è chiesto ad alcuni individui di provare a descrivere le emozioni espresse sui volti. I risultati sono stati molto diversi e ciò dimostra che il modo di esprimere i sentimenti può essere più forte o diretto in alcune culture rispetto ad altre. L’intensità espressiva del linguaggio mimico non è la stessa per tutti. Inoltre, la cultura di provenienza porta gli individui a soffermarsi su aspetti diversi. Gli asiatici si concentrano sugli occhi, mentre gli europei e gli americani guardano la bocca. Solo un’espressione viene percepita allo stesso modo in tutte le culture: un bel sorriso.