Frasario

it A casa   »   ko 집 안에서

17 [diciassette]

A casa

A casa

17 [열일곱]

17 [yeol-ilgob]

집 안에서

[jib an-eseo]

Puoi fare clic su ogni spazio vuoto per vedere il testo oppure:   
Italiano Coreano Suono di più
Ecco la nostra casa. 우리 집- 여- 있--. 우리 집이 여기 있어요. 0
u-- j---i y---- i---e---. ul- j---- y---- i-------. uli jib-i yeogi iss-eoyo. u-i j-b-i y-o-i i-s-e-y-. ------------------------.
Sopra c’è il tetto. 위에- 지-- 있--. 위에는 지붕이 있어요. 0
w------ j------i i---e---. wi----- j------- i-------. wieneun jibung-i iss-eoyo. w-e-e-n j-b-n--i i-s-e-y-. -------------------------.
Sotto c’è la cantina. 밑에- 지-- 있--. 밑에는 지하가 있어요. 0
m---e---- j----- i---e---. mi------- j----- i-------. mit-eneun jihaga iss-eoyo. m-t-e-e-n j-h-g- i-s-e-y-. -------------------------.
Dietro la casa c’è un giardino. 집 뒤-- 정-- 있--. 집 뒤에는 정원이 있어요. 0
j-- d------- j-----w---i i---e---. ji- d------- j---------- i-------. jib dwieneun jeong-won-i iss-eoyo. j-b d-i-n-u- j-o-g-w-n-i i-s-e-y-. ---------------------------------.
Davanti alla casa non c’è nessuna strada. 집 앞-- 도-- 없--. 집 앞에는 도로가 없어요. 0
j-- a--e---- d----- e----e---. ji- a------- d----- e--------. jib ap-eneun dologa eobs-eoyo. j-b a--e-e-n d-l-g- e-b--e-y-. -----------------------------.
Vicino alla casa ci sono degli alberi. 집 옆-- 나--- 있--. 집 옆에는 나무들이 있어요. 0
j-- y----e---- n--------i i---e---. ji- y--------- n--------- i-------. jib yeop-eneun namudeul-i iss-eoyo. j-b y-o--e-e-n n-m-d-u--i i-s-e-y-. ----------------------------------.
Ecco il mio appartamento. 제 아--- 여- 있--. 제 아파트가 여기 있어요. 0
j- a------- y---- i---e---. je a------- y---- i-------. je apateuga yeogi iss-eoyo. j- a-a-e-g- y-o-i i-s-e-y-. --------------------------.
Ecco la cucina e il bagno. 부엌- 욕-- 여- 있--. 부엌과 욕실이 여기 있어요. 0
b------- y------i y---- i---e---. bu------ y------- y---- i-------. bueokgwa yogsil-i yeogi iss-eoyo. b-e-k-w- y-g-i--i y-o-i i-s-e-y-. --------------------------------.
Lì ci sono il salotto e la camera da letto. 거실- 침-- 저- 있--. 거실과 침실이 저기 있어요. 0
g-------- c-------i j---- i---e---. ge------- c-------- j---- i-------. geosilgwa chimsil-i jeogi iss-eoyo. g-o-i-g-a c-i-s-l-i j-o-i i-s-e-y-. ----------------------------------.
La porta è chiusa. 대문- 닫- 있--. 대문이 닫혀 있어요. 0
d------i d------ i---e---. da------ d------ i-------. daemun-i dadhyeo iss-eoyo. d-e-u--i d-d-y-o i-s-e-y-. -------------------------.
Ma le finestre sono aperte. 하지- 창--- 열- 있--. 하지만 창문들은 열려 있어요. 0
h------ c------------e-- y------- i---e---. ha----- c--------------- y------- i-------. hajiman changmundeul-eun yeollyeo iss-eoyo. h-j-m-n c-a-g-u-d-u--e-n y-o-l-e- i-s-e-y-. ------------------------------------------.
Oggi fa caldo. 오늘- 더--. 오늘은 더워요. 0
o-----e-- d------. on------- d------. oneul-eun deowoyo. o-e-l-e-n d-o-o-o. -----------------.
Noi andiamo in salotto. 우리- 거-- 가- 있--. 우리는 거실에 가고 있어요. 0
u------ g------e g--- i---e---. ul----- g------- g--- i-------. ulineun geosil-e gago iss-eoyo. u-i-e-n g-o-i--e g-g- i-s-e-y-. ------------------------------.
Lì ci sono un divano e una poltrona. 소파- 안---- 저- 있--. 소파와 안락의자가 저기 있어요. 0
s----- a-----u----- j---- i---e---. so---- a----------- j---- i-------. sopawa anlag-uijaga jeogi iss-eoyo. s-p-w- a-l-g-u-j-g- j-o-i i-s-e-y-. ----------------------------------.
Si sieda! 앉으--! 앉으세요! 0
a---e-----! an--------! anj-euseyo! a-j-e-s-y-! ----------!
Lì c’è il mio computer. 제 컴--- 저- 있--. 제 컴퓨터가 저기 있어요. 0
j- k----------- j---- i---e---. je k----------- j---- i-------. je keompyuteoga jeogi iss-eoyo. j- k-o-p-u-e-g- j-o-i i-s-e-y-. ------------------------------.
Lì c’è il mio (impianto) stereo. 제 오--- 저- 있--. 제 오디오가 저기 있어요. 0
j- o----- j---- i---e---. je o----- j---- i-------. je odioga jeogi iss-eoyo. j- o-i-g- j-o-i i-s-e-y-. ------------------------.
Il televisore è nuovo di zecca. TV- 새 거 예-. TV는 새 거 예요. 0
T----- s-- g-- y---. TV---- s-- g-- y---. TVneun sae geo yeyo. T-n-u- s-e g-o y-y-. -------------------.

Le parole e il vocabolario

Ogni lingua ha il suo vocabolario, che consiste in un certo numero di parole. Le parole, unità linguistiche indipendenti, hanno sempre un loro significato e ciò le distingue dai suoni e dalle sillabe. Il numero dei vocaboli è assai elevato in ogni lingua. L’inglese, per esempio, ha tantissime parole; è la lingua che presenta il maggior numero di vocaboli, oltre un milione. Anche il dizionario Oxford English Dictionary ne riporta più di 600000. Il cinese, lo spagnolo o il russo ne hanno molte di meno. Il vocabolario di ogni lingua dipende anche dalla sua storia. L’inglese, infatti, ha subito l’influenza di molte lingue e culture, che, nel tempo, hanno contribuito ad arricchire il suo vocabolario. Oggi il vocabolario della lingua inglese continua ad espandersi e gli esperti stimano che ogni giorno si affermino 15 nuovi vocaboli, soprattutto nell’ambito dei nuovi mezzi di comunicazione. Le stime escludono la terminologia scientifica, dal momento che solo la terminologia della chimica comprende migliaia di vocaboli. In quasi tutte le lingue si utilizzano più parole lunghe che brevi. La maggior parte dei parlanti usa pochissime parole; pertanto, si è soliti parlare di vocabolario attivo e passivo. Il vocabolario passivo include le parole che comprendiamo, anche se non le utilizziamo mai o solo molto di rado. Il vocabolario attivo comprende le parole che usiamo regolarmente. Per le conversazioni ed i testi molto semplici, sono sufficienti solo pochi vocaboli. Per esempio, in inglese occorrono circa 400 parole e 40 verbi. Per questo motivo, non preoccupatevi se il vostro vocabolario è limitato!                    
Lo sapevate?
L'ebraico appartiene alla famiglia delle lingue afroasiatiche. Ha una stretta parentela linguistica con l'arabo e l'aramaico. E' la lingua madre di 5 milioni di persone. L'ebraico moderno è invece una lingua artificiale... L'antico ebraico, estinto ormai da tempo, ne ha costituito la base di partenza. Il lessico e la grammatica sono stati presi in prestito in parte anche da altre lingue. In questo modo, l'antico ebraico è diventato una lingua standard moderna. Questa trasformazione linguistica artificiale è unica al mondo. Il sistema di scrittura ebraico è consonantico. Ciò significa che normalmente non si scrivono le vocali. E non ci sono lettere per indicarle. L'ebraico si legge da destra verso sinistra. I suoi caratteri vantano una tradizione antica 3000 anni di storia. Chi studia l'ebraico, impara al contempo un pezzo della storia della cultura. Provateci!